11.8 C
Mykonos

Web Radio

11.4 C
Atene
11.8 C
Mykonos

Tempo metereologico

isole del Mar Egeo: Venduto all'asta dalla Regione N.. Egeo e il ponte Kremasti Rodi

George Hadjimarkos: "Stiamo facendo un passo – passo, un – uno è il fronte dell'indifferenza e dell'incompetenza che abbiamo ereditato e che stiamo andando avanti "……………

Il Comitato economico della regione dell'Egeo meridionale, riunitosi oggi sotto la presidenza del Governatore Regionale, George Hadjimarcou, approvato lo studio preliminare, studi di supporto, i documenti di gara, le condizioni e la definizione del Comitato per lo svolgimento della gara telematica per l'attuazione del progetto che riformerà completamente l'area e consentirà un flusso di traffico confortevole e sicuro da e per l'aeroporto dell'isola.

Il budget del progetto "Miglioramento della Strada Provinciale 81A02 sul ponte Kremastis n. Rodi "ammonta a 2.800.000,00 € (prima dell'IVA) ed è finanziato dal Programma di Investimenti Pubblici della Regione N.. Egeo.

il progetto, proprio come con altri progetti sull'isola di Rodi, con i più caratteristici sono la diga di Gadoura e il ponte di Afandou, è uno dei grandi e seri progetti per l'isola di Rodi, che l'Autorità Regionale di George Hatzimarkos ha ricevuto dalla precedente, o sotto forma di cantieri - fantasmi, o presumibilmente maturo per costruire, da ritrovare poi prima delle sorprese, con l'irresponsabilità senza precedenti ma anche lo sfruttamento comunicativo e preelettorale di questi progetti, che si è rivelata l'unica opportunità servita da questi progetti.

Un progetto che nonostante la sua necessità, trasformato in un gioco pre-elettorale della Regione Autorità del periodo 2010 - 2014 e per questo motivo, non è stato possibile non solo costruire ma nemmeno avviare il progetto, sebbene un contratto fosse stato firmato con l'appaltatore.

Nonostante gli sforzi dell'attuale Autorità Regionale, tutti questi anni, per chiudere questa ferita ha ereditato, Anche nel corso della riunione odierna non sono mancate le critiche nei suoi confronti per il ritardo nell'esecuzione del progetto, continuando la stessa tattica seguita da 2014 fino ad oggi, dalla posizione di minoranza e senza traccia di autocritica, quelli che sono il seguito dell'Autorità Regionale che allora era responsabile e ha creato il problema!

Si ricorda che il progetto fu frettolosamente messo all'asta dalla Regione dell'epoca 2010 – 2014, sotto la pressione della comunità locale, dopo i suoi tragici eventi 2013, che costano vite umane.

Il clamore per gli eventi della vigilia delle elezioni, ha accelerato la firma di un contratto con l'appaltatore nel mese di maggio 2014, alla vigilia delle elezioni regionali. Sebbene il termine della precedente autorità regionale, scaduto il 31 agosto 2014, l'appaltatore non ha mai installato e il progetto non è stato avviato, dopo che i servizi di PEHO hanno scoperto che il progetto mancava di studi specifici, quindi era illegale e non poteva essere eseguito.

L'attuale Regione si è impegnata a sanare questa ferita che ha ricevuto e lo sta facendo con la serietà che caratterizza il suo modo di operare, come è stato dimostrato nei casi della diga di Gadoura, del ponte Afandou, ma anche del Makari River Bridge ad Haraki, dove ha mostrato riflessi rapidi nel suo novembre 2019, così il ponte è crollato.

La tempestiva gestione del pericolo individuato del ponte da parte della Regione, non ha comportato il rischio di vite umane, ma ha anche contribuito alla formazione del quadro istituzionale per la protezione civile, dopo l'occasione è stata stabilita per la prima volta nel paese la possibilità di prevenire il disastro naturale, con la possibilità di dichiarare aree in stato di mobilitazione speciale a causa del pericolo minacciato.

In occasione della decisione odierna del Comitato economico per il ponte Kremasti, la Regione del Mar Egeo meridionale, George ha detto Hadjimarkos:
"Oggi viene preso un altro impegno. L'asta del ponte di Kremasti, spicca tra le nostre decisioni attuali. Là si erano perse delle vite, me lo hanno detto ieri alcuni nostri concittadini. sfortunatamente, sì, ho risposto, ma fammi notare che questo è accaduto 2013 con altra Regione. Dal primo giorno abbiamo preso il sopravvento, abbiamo dato molte energie alla Protezione Civile e alla tutela della vita umana. infatti, su questo fiume abbiamo proceduto ad una pulizia intensiva anche quando non ne avevamo la responsabilità. L'abbiamo fatto perché non l'abbiamo mai indossato “costi politici” sulla decisione giusta che doveva essere presa e ho molte di queste nostre decisioni da presentare ogni volta che mi viene richiesto’ questo.
Sono scioccato che le critiche siano arrivate per tutto questo tempo dal gruppo politico di coloro che erano responsabili in quel momento. ; Sfortunatamente no. Ci siamo abituati al populismo sfrenato, alle urla più economiche e irresponsabili. Chiudiamo passo dopo passo, uno ad uno i fronti di indifferenza e incompetenza che abbiamo ereditato e che stiamo andando avanti ".

Seguici

eshop in pochi minuti!

Crea il tuo eshop con il tuo dominio con semplici passaggi sulla piattaforma di abbonamento eshop più semplice.

In voga

premio

Storie per voi

Altro da Mykonos Ticker

errore: Il contenuto è protetto !!