18 C
Mykonos

Web Radio

18.3 C
Atene
18 C
Mykonos

Tempo metereologico

Ritardi del vaccino contro il coronavirus: Il "vaccino" delle polemiche!! Indagine nei locali di AstraZeneca su richiesta della Commissione!!

notizie modifica ottiene, secondo le pubblicazioni belghe, la "guerra" che è scoppiata tra Commissione europea e la compagnia britannica AstraZeneca.

in seguito richiesta della Commissione, L'Agenzia federale dei medicinali ha effettuato un'ispezione del sito di produzione del vaccino AstraZeneca in Belgio, riporta il quotidiano belga De Standaard e aggiunge che ciò è confermato dall'ufficio del ministro della Salute Frank Vadenbruke..

L'obiettivo è "sì assicurarsi Considerando che il ritardo nella consegna dei vaccini è in realtà dovuto a un problema di produzione nello stabilimento belga ", secondo l'ufficio del ministro della Salute.

L'ispezione, osserva De Standaard, è stato condotto in cooperazione con altri paesi, "In modo che esista piena trasparenza e obiettività», Un portavoce di Vadenbrueck ha dichiarato: "Gli esperti belgi stanno ora esaminando i dati raccolti., insieme ad esperti dei Paesi Bassi, Italia e Spagna ".

mentre, come indicato nell'articolo, verrà redatto quanto prima un rapporto, anche se potrebbero essere necessari "alcuni giorni".

La rivelazione arriva il giorno dopo che i rappresentanti dell'industria farmaceutica si sono incontrati con la Commissione, in cui le due parti si sono impegnate a cooperare levigante controversie derivanti da ritardi nella distribuzione dei vaccini dell'azienda britannica ai paesi membri Unione europea.

L'incontro è stato descritto da entrambe le parti come "costruttivo".

Dopo l'ultimo incontro con i suoi funzionari Commissione europea per discutere la questione sollevata dalla fornitura di vaccini contro il coronavirus negli Stati membri, il AstraZeneca ha rilasciato una dichiarazione scritta.

Il CEO della società farmaceutica britannico-svedese è inizialmente soddisfatto Pascal Sorio per la sua partecipazione all'incontro con il comitato direttivo dell'UE sui vaccini.

Viene quindi menzionato:

"Abbiamo avuto una discussione costruttiva e aperta sulla complessità dell'aumento della scala della nostra produzione di vaccini e sulle sfide che abbiamo incontrato.. Ci impegniamo a un coordinamento ancora più stretto per tracciare un percorso per la consegna del nostro vaccino nei prossimi mesi., mentre continuiamo i nostri sforzi per portare questo vaccino a milioni di europei senza profitto durante la pandemia ".

Da parte dell'UE, tuttavia, non sono stati compiuti molti progressi.

il Unione europea e l'industria farmaceutica AstraZeneca mercoledì non è riuscito a fare progressi durante i colloqui sui ritardi nella consegna dei vaccini contro il coronavirus, ha detto il commissario Ue alla Salute dopo l'incontro, Stella Kyriakidou.

Secondo Reuters, l'UE sta esercitando pressioni sull'azienda, fornire più dosi del suo vaccino dalle unità di produzione con sede in Europa e Gran Bretagna.

"Ci rammarichiamo per la continua mancanza di trasparenza riguardo al programma di consegna dei vaccini", disse la signora Kyriakidou, con il suo ultimo post su Twitter, chiedendo un piano chiaro da AstraZeneca per la consegna rapida delle dosi di vaccino, garantiti dall'UE per i primi quattro mesi 2021.

La polemica si sta ora evolvendo in un peculiare "thriller" come già la signora Κυριακίδου aveva risposto all'amministratore delegato dell'azienda britannico-svedese qualificando come errata l'affermazione secondo cui l'azienda farmaceutica non è legalmente obbligata a fornire vaccini.

specificamente, La Sig.ra Kyriakidou ha osservato che ci sono due fabbriche nel Regno Unito da cui l'Unione Europea ha il diritto di fornire il vaccino AstraZeneca.

mentre, nella conferenza stampa che ha tenuto, ha parlato di "spiegazioni insufficienti da parte dell'azienda"Che ha causato"profonda insoddisfazione negli Stati Uniti – Uniti».

"Il 27 membro – i membri dell'Unione Europea sono uniti nel fatto che AstraZeneca deve rispettare gli impegni del nostro accordo ", ha sottolineato il Commissario europeo e ha aggiunto che “le aziende farmaceutiche, coloro che producono vaccini, avere etico, responsabilità sociali e responsabilità contrattuali, che devono osservare ".

Ha sottolineato che la "vista [di AstraZeneca] che non è obbligata a effettuare consegne, perché abbiamo firmato un accordo “miglior sforzo” non è né corretto né accettabile ", pur rilevando che "le aziende non dovrebbero avere l'illusione che l'UE non abbia i mezzi per sapere cosa sta succedendo".

Seguici

eshop in pochi minuti!

Crea il tuo eshop con il tuo dominio con semplici passaggi sulla piattaforma di abbonamento eshop più semplice.

In voga

premio

Storie per voi

MarketHUB

Migliaia di prodotti. Negozi da tutta la Grecia. MarketHUB ha sicuramente qualcosa che stai cercando!

Altro da Mykonos Ticker

errore: Il contenuto è protetto !!