13.3 C
Mykonos

Web Radio

12.8 C
Atene
13.3 C
Mykonos

Tempo metereologico

Presidente von der Leyen: Cerca di vaccinare 70% della nostra popolazione adulta entro l'estate

La Commissione Europea ha presentato una nuova serie di azioni per combattere il coronavirus, due giorni prima della videoconferenza dei leader degli Stati membri su COVID…………

Il vicepresidente della Commissione, Margaritis Schoinas, ha sottolineato che "l'emergere di nuove mutazioni nel virus e il significativo aumento dei casi non ci lasciano spazio per l'autocompiacimento. ora, più che mai, ci deve essere ancora una volta la determinazione dell'Europa ad agire insieme, con la sezione, coordinamento e vigilanza. "Le nostre proposte odierne mirano a proteggere più vite e mezzi di sussistenza in seguito e ad alleviare il peso dei sistemi sanitari e dei lavoratori già stressanti"..

"È così che l'UE uscirà dalla crisi. La fine della pandemia è visibile, anche se non è ancora arrivata ". noto.

La Commissione, secondo il suo annuncio, Invita gli Stati membri ad accelerare l'introduzione della vaccinazione in tutta l'UE. Entro marzo 2021, almeno il 80% di persone oltre 80 anni e 80% gli operatori sanitari e sociali in ciascuno Stato membro dovrebbero essere vaccinati. Fino all'estate 2021, Gli Stati membri avrebbero dovuto almeno vaccinare 70% della popolazione adulta.

mentre, Il commissario per la promozione dello stile di vita europeo ha sottolineato che "più persone vengono vaccinate, La registrazione delle vaccinazioni e il riconoscimento reciproco sono di grande importanza ", osservando che" i certificati di vaccinazione consentono l'esistenza di una registrazione della storia vaccinale di ogni cittadino, in modo che ci sia la giusta sequenza medica ".

"Un approccio europeo comune alla fiducia, certificati validi e verificabili, consentirà ai cittadini di utilizzare i loro registri in altri Stati membri. Apriranno anche la porta ad altri usi per rimuovere le restrizioni ", ha osservato Margaritis Schoinas. Ha aggiunto che "i certificati di vaccinazione devono essere registrati. Ne trarrà vantaggio tutti i cittadini dell'UE "..

La Commissione invita gli Stati- Gli Stati membri continuano ad applicare le distanze fisiche, limitare i contatti sociali, Per disinformazione combattimento, coordinare le restrizioni di viaggio, aumentare i test e il monitoraggio dei contatti e il sequenziamento del genoma, per affrontare il rischio di nuove mutazioni nel virus. Come nelle ultime settimane, c'è stata una tendenza al rialzo nel numero di casi, È necessario fare di più per supportare i sistemi sanitari e affrontare la fatica da COVID nei prossimi mesi, accelerare le vaccinazioni in tutti i settori, assistere i nostri partner nei Balcani occidentali, vicinato meridionale e orientale e in Africa.

Il presidente Ursula von der Leyen ha osservato, che "La vaccinazione è necessaria per recuperare gradualmente le nostre vite. Abbiamo già assicurato diversi vaccini per l'intera popolazione dell'Unione europea. Ora dobbiamo accelerare la consegna e la vaccinazione. Il nostro obiettivo è vaccinare il 70% della nostra popolazione adulta entro l'estate. Questo potrebbe essere un punto di svolta nella lotta contro questo virus. tuttavia, porremo fine a questa pandemia solo quando tutti nel mondo avranno accesso ai vaccini. Intensificheremo i nostri sforzi per aiutare a fornire vaccini ai nostri vicini e partner in tutto il mondo.

La comunicazione odierna definisce le azioni chiave per gli Stati- Uniti, la Commissione, il Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (ECDC) e l'Agenzia europea per i medicinali (MADRE) che contribuirà a ridurre i rischi e controllare il virus:

1) Accelerare la disponibilità di vaccinazioni in tutta l'UE.

Fino a marzo 2021, almeno il 80% di persone oltre 80 anni e 80% professionisti sanitari e sociali in ciascuno Stato membro, dovrebbe essere vaccinato.

Fino all'estate 2021, Gli Stati membri avrebbero dovuto vaccinarsi 70% dell'intera popolazione adulta.

la Commissione, Gli Stati membri e l'Agenzia europea per i medicinali collaboreranno con le aziende per sfruttare appieno il pieno potenziale dell'UE per una maggiore capacità di produzione di vaccini. mentre, la Commissione coopera con gli Stati membri sui certificati di vaccinazione, nel pieno rispetto della normativa UE sulla protezione dei dati, che può supportare la continuazione delle cure. Entro la fine di gennaio dovrebbe essere concordato un approccio comune 2021, in modo che i certificati interoperabili degli stati- Gli Stati membri possono essere utilizzati rapidamente in tutta l'UE e oltre.

2) Sequenziamento e test del genoma.

Gli Stati membri dovrebbero aggiornare le loro strategie di test per tenere conto delle nuove mutazioni entro febbraio 2021 ed espandere l'uso del test rapido dell'antigene. anche, Gli Stati membri devono urgentemente aumentare almeno la sequenza del genoma 5% e preferibilmente in 10% di risultati positivi ai test. attualmente, molti Stati membri controllano sotto 1% campioni, qualcosa che non è sufficiente per determinare l'evoluzione delle mutazioni o per individuarne di nuove.

3) Mantenere il mercato unico e la libera circolazione, mentre allo stesso tempo vengono rafforzate le misure di mitigazione.

Dovrebbero essere adottate misure per ridurre ulteriormente il rischio di trasmissione correlata alla trasmissione, come misure di igiene e distanza nei veicoli e nei terminal.

Tutti i viaggi non necessari dovrebbero essere fortemente scoraggiati fino a quando la situazione epidemiologica non migliorerà in modo significativo. Le restrizioni di viaggio proporzionali devono essere mantenute, compresi i test dei viaggiatori, per coloro che viaggiano da aree con una maggiore frequenza di mutazioni che destano preoccupazione.

4) Garantire la leadership europea e la solidarietà internazionale.

Per garantire un accesso tempestivo ai vaccini, La Commissione istituisce un meccanismo Team Europe per strutturare la consegna dei vaccini condivisa dagli Stati membri con i paesi partner. Ciò consentirà la condivisione con i paesi partner in alcuni dei 2,3 miliardo. rate garantite attraverso la strategia vaccinale dell'UE, prestando particolare attenzione ai Balcani occidentali, nei nostri quartieri orientali e meridionali e in Africa.

La Commissione europea e gli Stati membri dovrebbero continuare a sostenere COVAX, anche attraverso l'accesso tempestivo ai vaccini. Il Team Europa si è già mobilitato 853 milione. supporto per COVAX, rendendo l'UE uno dei maggiori donatori di COVAX.

Stella Kyriakidou, Commissario per la salute e la sicurezza alimentare, ha affermato che “collaborare con l'unità, solidarietà e determinazione, potremmo presto iniziare a vedere l'inizio della fine della pandemia. specificamente, abbiamo bisogno di un'azione rapida e coordinata contro le nuove mutazioni nel virus. Le vaccinazioni continueranno a richiedere tempo finché non raggiungeranno tutti gli europei e fino ad allora dovremo prenderle insieme immediatamente, fasi coordinate e preventive. "Le vaccinazioni devono essere accelerate in tutta l'UE e devono essere aumentati i test e la tracciabilità - questo dimostra che possiamo assicurarci di lasciarci alle spalle questa crisi il prima possibile"..

Seguici

eshop in pochi minuti!

Crea il tuo eshop con il tuo dominio con semplici passaggi sulla piattaforma di abbonamento eshop più semplice.

In voga

premio

Storie per voi

MarketHUB

Migliaia di prodotti. Negozi da tutta la Grecia. MarketHUB ha sicuramente qualcosa che stai cercando!

Altro da Mykonos Ticker

errore: Il contenuto è protetto !!