12.9 C
Mykonos

Web Radio

11.3 C
Atene
12.9 C
Mykonos

Tempo metereologico

Coronavirus-Rental Property: Tutti i segreti del taglio di capelli 40% affitti - Quali errori privi di compensi, che hanno diritto alla riduzione

Migliaia di proprietari terrieri costretti ad accettare un "taglio di capelli" 40% L'Autorità indipendente delle entrate pubbliche non ha visto l'importo del risarcimento a cui hanno diritto né sotto forma di detrazioni fiscali - sotto forma di detrazioni fiscali per i mesi di marzo - negli affitti mensili che ricevono dagli uomini d'affari colpiti dal coronavirus o dai loro inquilini. 2020- oppure sotto forma di somme dirette pagabili - in caso di riduzione del canone di locazione per il bimestre novembre-dicembre 2020……………

specificamente, come evidenziato dai dati raccolti da "ET", la maggior parte di 40.000 Proprietari che sono stati costretti ad accettare una riduzione degli affitti da 40% nel periodo marzo-ottobre 2020 hanno perso le detrazioni fiscali cui hanno diritto, per cause banali di natura formale.

Gli errori
Questo perché dal bivio realizzato da AADE è emerso:

* Casi in cui gli importi dell'affitto regolare, che sono stati indicati nelle dichiarazioni informative sul leasing, e gli importi degli affitti elencati nelle dichiarazioni COVID differivano leggermente di piccoli importi, che erano, tuttavia, sufficienti a creare disaccordo durante il riferimento incrociato dei dati e alla fine portare alla mancata autorizzazione delle dichiarazioni COVID. In questi casi i proprietari hanno ricevuto notifiche da AADE e hanno tempo fino al 31 gennaio 2021 presentare dichiarazioni di correzione COVID per garantire le detrazioni fiscali a cui hanno diritto, anche dopo.

* Ci sono stati anche migliaia di casi in cui i proprietari avevano dichiarato affitti ridotti sulle dichiarazioni COVID forzando la virgola decimale, il che, tuttavia, ha comportato una riduzione degli importi post-arrotondamento, rispetto agli affitti regolari, non esattamente contro 40%, come dovrebbe, ma in percentuale 39,99% o 39,98% altrui. Questo sviluppo ha portato automaticamente al rifiuto delle dichiarazioni COVID, perché i tassi di riduzione dell'affitto risultanti erano inferiori a 40%!

La trappola
Il seguente esempio è tipico: L'affitto mensile esatto ricevuto da un proprietario dal suo proprietario affittato normalmente ammontava a 833,34 euro (10.000 all'anno). Tuttavia, poiché la piattaforma elettronica AADE a cui il proprietario ha inviato la dichiarazione delle informazioni di locazione non accetta cifre decimali, il proprietario ha arrotondato l'affitto mensile da 833,34 EUR 833,00 euro.

L'importo del canone di locazione ricevuto dal proprietario da marzo in poi ridotto di 40% in relazione al loro canone effettivo 833,34 euro era 500 euro. Tuttavia, nella dichiarazione COVID presentata dal locatore, l'indicazione di un canone normale è arrotondata a 833 euro e canone ridotto configurato 500 l'euro ha portato il sistema TAXISnet al risultato matematico corretto- per far emergere la riduzione percentuale in 39,98%.

Ma perché questa percentuale era inferiore alla previsione 40% la dichiarazione COVID è stata respinta e il proprietario ha perso il risarcimento per tutti i mesi da marzo a ottobre! (Il risarcimento sarebbe dato sotto forma di detrazione fiscale - credito pari a 20% di 60% di affitto.)

In ognuno di questi incredibili casi di ingiusto risarcimento, i proprietari non possono più fare nulla per garantire gli importi delle detrazioni fiscali a cui hanno diritto, anche dopo. Questo perché non sono compresi tra coloro che hanno ricevuto da AADE notifiche per la correzione delle dichiarazioni COVID presentate e quindi non sono più autorizzati a presentare dichiarazioni COVID modificative-correttive per i mesi da marzo a ottobre. 2020.

pasticcio
addizionale, l'altro ieri è stato versato il primo risarcimento diretto 137.049 Padroni di casa costretti a riscuotere gli importi degli affitti per il mese di novembre 2020 diminuito del 40%, c'erano anche problemi.

specificamente, alcuni proprietari hanno riscontrato che gli importi del risarcimento ricevuto non corrispondevano 50% dei perduti 40% di affitto, cioè 20% dell'affitto totale, in base alla legge, ma erano significativamente inferiori, limitato anche alla metà degli importi che avrebbero dovuto ricevere!

La ragione più probabile di ciò sembra essere il fatto che nei casi specifici erano stati concordati e dichiarati, in dichiarazioni di locazione, date di riscossione degli affitti normali da parte degli inquilini a metà di ogni mese.

ad esempio,. invece del 1 ° di ogni mese, il 15 è stato dichiarato giorno della riscossione dell'affitto, così il sistema TAXISnet, durante la cancellazione delle dichiarazioni COVID, sembra aver preso in considerazione non l'affitto mensile ma la metà di tale importo come base per il calcolo della perdita di reddito e del risarcimento dovuto, con conseguente dimezzamento della compensazione rispettivamente!

"Forbici" a tre velocità sugli affitti di gennaio e febbraio
intanto, secondo quanto già annunciato dal Ministero delle Finanze, centinaia di migliaia di aziende nel settore della vendita al dettaglio, di catering, cultura, di sport, turismo e trasporti, che hanno affittato gli immobili dei propri locali commerciali e sono stati obbligati a rimanere chiusi fino al 15 gennaio, per ordine statale, sono esenti dall'obbligo di pagare l'affitto per i mesi di gennaio e febbraio dell'anno in corso. Questa esenzione si applica anche alle palestre, saloni, saloni di bellezza e librerie, che sono stati anche costretti a non operare.

Secondo la decisione dello staff finanziario del governo, i proprietari che affittano i propri immobili alle specifiche società riceveranno dal Bilancio dello Stato una compensazione pari al 80% del canone di locazione pattuito per i mesi di gennaio e febbraio 2021, in modo da non subire ulteriori perdite rispetto a oggi. addizionale, Le persone giuridiche che concedono in locazione immobili a queste società saranno compensate dallo Stato pari a 60% dell'affitto mensile sia per il mese di gennaio che per il mese di febbraio.

ciò che accade
Dettagli, il "paesaggio" in termini di riduzioni forzate dei canoni di locazione e risarcimento dei proprietari è il seguente nei primi due mesi del 2021:

1 Riduzione degli affitti a gennaio e febbraio 2021. Affitti gennaio e febbraio 2021 si distinguono in termini di riduzione in tre categorie:

* diminuire 100%: Si applica solo ai contratti di locazione professionale di alcune categorie di società che sono rimaste chiuse per ordine statale durante il periodo festivo di dicembre 2020 e fino a quando 15 gennaio 2021. In queste categorie, comprese tutte le attività di vendita al dettaglio, indipendentemente dal fatto che gestiscano servizi di e-commerce o e-commerce con consegna a domicilio, imprese di ristorazione, indipendentemente dal fatto che operino distribuendo prodotti e / o fornendo prodotti in un pacchetto dal negozio, parrucchieri e saloni di bellezza, aziende nel campo della cultura e dello sport, imprese turistiche, come gli hotel, alloggi e uffici turistici, e servizi di trasporto.

* diminuire 40%: Si applica agli affitti professionali delle aziende che sono state classificate come "interessate" e agli affitti delle principali (e studente) residenza dei dipendenti sospesa dal contratto di lavoro. conseguentemente, in questi casi gli inquilini devono pagare il 60%.

* Riduzione zero: Non è prevista alcuna riduzione:

un) Per gli affitti delle aziende che continuano la loro ininterrotta operazione, come i supermercati, farmacie, ecc..

B) Per gli affitti della residenza principale pagati dagli altri dipendenti del settore privato (quelli impiegati in aziende non interessate), i dipendenti pubblici, pensionati, Gli uomini d'affari, i concessionari, professionisti, i redditi e qualsiasi altra categoria di inquilini della residenza principale.

c) Per affitti secondari di alloggi, Villetta, residenza temporanea e per locazioni relative a qualsiasi altro tipo di utilizzo, ad eccezione della residenza principale di un dipendente il cui contratto di lavoro è stato sospeso per cessazione forzata dell'attività dell'azienda in cui lavora.

2 Compensazione del proprietario per riduzioni di affitto:

* Per i mesi di marzo - ottobre 2020 il risarcimento era sotto forma di risarcimento 30% di perdita di reddito per riduzione del canone di locazione con debiti tributari correnti. Per quei contribuenti che avevano diritto a compensare i propri debiti tributari ma prima avevano già pagato per intero l'imposta sul reddito e l'ENFIA dell'anno 2020, la compensazione verrà ora effettuata con le sue passività fiscali 2021.

* Compensazione per riduzione dell'affitto nel mese di novembre, dicembre 2020, Gennaio e febbraio 2021 ora è aumentato, uguale a 50% di perdita per riduzione dell'affitto.

* Soprattutto per i casi in cui gli inquilini sono aziende che sono rimaste chiuse per ordine statale e sono completamente esonerate dall'obbligo di pagare l'affitto, il risarcimento dei proprietari per i mesi di gennaio e febbraio 2021 raggiungerà una percentuale 80% di perdita di reddito (che ora è l'intero affitto).

* Persone giuridiche che concedono in locazione immobili alle suddette società per gennaio e febbraio di 2021 sarà compensato con 60% dell'affitto mensile.

RIDUZIONI E RISARCIMENTI NEI PRIMI DUE MESI 2021
UNIONE DI NOLEGGIO 100%
MHNIAIO ENOIKIO IMPORTO TOTALE CHE LA SOCIETÀ DI NOLEGGIO NON PAGHERÀ COMPENSO TOTALE A RICEVERE DAL PROPRIETARIO
200 400 320
300 600 480
400 800 640
500 1000 800
600 1200 960
700 1400 1120
800 1600 1280
900 1800 1440
1000 2000 1600
1100 2200 1760
1200 2400 1920
1300 2600 2080
1400 2800 2240
1500 3000 2400
1600 3200 2560
1700 3400 2720
1800 3600 2880
1900 3800 3040
2000 4000 3200
2500 5000 4000
3000 6000 4800
3500 7000 5600
4000 8000 6400
4500 9000 7200
5000 10000 8000
6000 12000 9600
7000 14000 11200
8000 16000 12800
10000 20000 16000

Dal edizione cartacea του Ελεύθερου Τύπου

Seguici

eshop in pochi minuti!

Crea il tuo eshop con il tuo dominio con semplici passaggi sulla piattaforma di abbonamento eshop più semplice.

In voga

premio

Storie per voi

MarketHUB

Migliaia di prodotti. Negozi da tutta la Grecia. MarketHUB ha sicuramente qualcosa che stai cercando!

Altro da Mykonos Ticker

errore: Il contenuto è protetto !!